Una breve storia di Bolzano

Il visitatore che giunge a Bolzano probabilmente capirà immediatamente il motivo per il quale la città è nota come “La porta delle Dolomiti”. Il Catinaccio (Rosengarten) – una delle montagne più conosciute delle Dolomiti – è visibile molto bene dal vecchio centro storico della città.

I primi elementi della storia di Bolzano risalgono al I secolo AC, quando le legioni romane fondarono in questo luogo un presidio per i loro spostamenti verso nord.

La città di Bolzano fu fondata oltre 800 anni fa. Attraverso i secoli, è stata un luogo importante per il commercio tra i paesi posti rispettivamente a sud e a nord delle Alpi. Bolzano è sempre stata un punto di incontro per culture diverse. In epoca medievale, i commercianti vendevano i loro prodotti sotto i portici, i cosiddetti “Lauben”, nella parte storica della città che ospita oggi numerosi negozi e boutique.

Gli edifici del vecchio centro storico sono caratterizzati da un’architettura gotica. La cattedrale e i numerosi castelli circostanti sottolineano il ruolo importante avuto dalla città a quell’epoca.

Fino al 1918, Bolzano fu parte dell’Impero Austro-Ungarico. Da allora, è diventata parte dell’Italia. Per questo motivo, molti edifici situati nelle parti più nuove di Bolzano sono caratterizzati dall’architettura razionalista del periodo fascista.

Oggi, Bolzano è una città fiorente con un’economia forte, basata sui servizi e sul turismo.

Approfondimenti